Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 4 giugno 2020 la Direttiva della Commissione 2020/739/UE – Modifica all. III dir. 2000/54 per quanto riguarda l’inserimento del SARS-COV-2 nell’elenco degli agenti biologici.

La direttiva inserisce all’allegato III della Direttiva 2000/54/CE relativa alla protezione dei lavoratori contro i rischi derivanti da un’esposizione ad agenti biologici durante il lavoro, la seguente voce:

Sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2 (SARS-CoV-2) (1)
1) In linea con l’articolo 16, paragrafo 1, lettera c), il lavoro di laboratorio diagnostico non propagativo riguardante il SARS-CoV-2 dovrebbe essere condotto in una struttura in cui si utilizzano procedure equivalenti almeno al livello di contenimento 2. Il lavoro propagativo riguardante il SARS-CoV-2 dovrebbe essere condotto in un laboratorio con livello di contenimento 3 a una pressione dell’aria inferiore a quella atmosferica”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment