Il Governo ha approvato un decreto legge che introduce la cosiddetta patente a punti per la sicurezza sul lavoro. Si tratta di un sistema per classificare imprese e lavoratori autonomi nel settore edile, simile a quello della patente di guida, che mira a essere un deterrente per ridurre incidenti e morti sul lavoro. In caso di illeciti o irregolarità verrà decurtato un certo numero di punti, fino ad arrivare a un minimo in cui scatta il divieto di operare in cantiere e sanzioni amministrative.

La patente diventerà obbligatoria dal 01 ottobre 2024, ma ancora non è stato pubblicato il testo del decreto legge che ne specifica il funzionamento. In base alle bozze fatte circolare dai giornali, dovrebbe però essere rilasciata dall’Ispettorato nazionale del lavoro, con una dotazione iniziale di 30 punti. Chi non prende la patente o ha meno di 15 crediti non potrà lavorare nei cantieri e riceverà una sanzione amministrativa da un minimo di 6mila euro a un massimo di 12mila.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment